BORSE: LA MIA LONGCHAMP PÉNÉLOPE

La mia passione per le borse è nata quando avevo 16 anni, quando sono riuscita a comprarmi la mia prima mini pochette Louis Vuitton, brand molto rinomato che aveva prezzi più accessibili rispetto ad altri grandi marchi. Così ho iniziato a collezionare mini pochette, pochette, portafoglio, shopper Neverfull GM, bauletto Speedy 35 cm fino a quando in aeroporto a Venezia non sono entrata nello store Longchamp e ho preso in mano una Pénélope blu, misura piccola. Il modello Penelope mi ha subito colpita, già quando sfogliavo Cosmopolitan e trovavo l’inserto con Alexa Chung. Anche se sul sito italiano, non trovavo i prezzi e non riuscivo a capire se era un desiderio realizzabile…

first-look-alexa-chung-for-longchamp-ss-2016-1639119-1454044380-640x0c

Longchamp Pénélope, misura Large, modello Fantasie, cioè bicolore

Poi l’ho trovata in aeroporto, l’ho provata e mi piaceva perchè era elegante ma non troppo seria, un mix insomma. Ho aspettato perchè stavo per andare a Maiorca, ma è stato un colpo di fulmine, così ad agosto sono andata a Venezia, in piazza San Marco, ad acquistarla.

come si presenta

Si tratta di una borsa dalla forma a trapezio. Nella parte davanti è lavorata saffiano e nella parte interna martellata, più delicata. Esternamente il logo è in bassorilievo tono su tono, quindi impercettibile da lontano. Si notano di più i pon pon a ogni lato e una specie di tag sfrangiato.

img_3524

img_3520-1

Tag sfrangiato

img_3522-1

Pon Pon

img_3526-1

Retro

l’interno

Aprendo la zip, troviamo due tasche laterali per ad esempio chiavi, cellulare, fazzoletti, mentre dalla parte opposta una striscia di pelle che termina con un moschettone per attaccare una pochettina o le chiavi e in parte c’è una tasca con zip. Tutte e tre le tasche sono comode e capienti. La mia borsa è nera come anche l’interno, che presenta un tessuto a rombi.

qualita’ pellame

Della qualità me ne sono accorta man mano utilizzandola, la pelle è morbidissima, dettaglio da non sottovalutare. Ovviamente questo tipo di pelle è sensibile ai graffi, dovuti a unghie o movimenti scorretti contro oggetti.

Io faccio sempre molta attenzione, un aneddoto: quando piove e cade qualche goccia sulla borsa appena posso la asciugo con un fazzolettino per mantenerla sempre nello stato originale.

Per le amanti delle borse iconiche, questa è un gioiellino.

Tengo a precisare che io ho questa passione e ne compro una ogni tanto, quando trovo quel qualcosa che per me fa la differenza.

2 pensieri su “BORSE: LA MIA LONGCHAMP PÉNÉLOPE

Rispondi