ABOUT COSMETICS: LE COSE CHE NON CAPISCO

Il titolo non vi è chiaro? Cercherò di spiegarmi meglio…

Spesso mi sorge spontanea questa domanda: ma perchè è così?

Ora vi faccio degli esempi:

  • Il mascara dalla base stretta

142528_2

Io, se fossi un’azienda, porrei attenzione alla funzionalità del packaging più che all’estetica; testerei la sua praticità, l’impugnatura ergonomica e, nel caso specifico del mascara, punterei alla stabilità nell’appoggio.

A me capita spesso, infatti, che mi cada per terra, sporcando in qualche punto.

  • I prodotti che riportano: senza (nome dell’ingrediente)

Immagine

Per legge è evitato scrivere nell’etichetta dei cosmetici, senza parabeni, senza coloranti, senza SLES perchè, visto che si tratta di ingredienti ammessi, si andrebbe a screditare le imprese che li usano.

Sono totalmente d’accordo che sottolineare ciò che non contiene un prodotto è utile per chi è di fretta, è allergico o non sa individuare nell’INCI l’ingrediente che preferisce evitare o non può utilizzare.

Le aziende, dunque, dovrebbero cercare dei modi alternativi per evidenziare questi punti di forza (spesso l’assenza di certi ingredienti è il focus di un prodotto) senza incorrere in sanzioni. In pratica, però, nelle confezioni, come nelle pubblicità la parola SENZA o FREE è frequentissima.

In altri casi, però, si abusa e si specifica ad esempio non testato sugli animali che è vietato dalla legge, dunque riportarlo è superfluo.

  • Accessori ergonomici ma non pratici

tangle_teezer_original_professional_detangling_hairbrush___blue__amp__pink_1365776917.jpg

Credits: Feelunique

Parlo proprio di un oggetto: la Tangle Teezer Classic. Sarà ergonomica da impugnare, ma non pratica da usare perchè a me è caduta molteplici volte. E io di solito ne ho molta cura! L’ultima volta si è addirittura aperta… OMG! Per questo consiglio quella specifica per pettinare i capelli bagnati; articolo dettagliato REVIEW: LE MIE TANGLE TEEZER.

Acquista su Amazon la Tangle Teezer 

Concludo con un jolly:

  • Quando si rompe la terra / cipria si sgretola

img_4221

Nella foto appaiono due prodotti diversi, solo per mostrare la sequenza di rottura del prodotto!

Vi è mai capitato di prelevare le polveri compatte sempre dal centro e che si creasse un buco? Poi quando siete quasi giunte al termine del prodotto, vi cade, rompendosi in mille pezzi. E’ una cosa fastidiosa!

Ne scriverò altre appena mi verranno in mente!

Acquista su Amazon la cipria Indissoluble di PuroBio

4 pensieri su “ABOUT COSMETICS: LE COSE CHE NON CAPISCO

  1. vanityinmilan ha detto:

    Tra la mia collezione di Tangle Teezer ho anche quella della foto! Anche a me questo modello cade spesso dalle mani (saranno contenti i vicini del piano di sotto…), pensavo che fosse colpa della mia sbadataggine!

Rispondi