COME SCEGLIERE IL SOLARE GIUSTO (TEXTURE)

La primavera è iniziata e presto le giornate grige invernali rimarranno solo un ricordo. Il sole, se preso correttamente, fa bene all’umore, alle ossa ed è anche la cura di molte dermatiti. Però proteggersi è alla base di una corretta esposizione: sempre, nonostante le nuvole. E allora come scegliere il solare perfetto per noi? Quali sono i criteri?

I filtri solari di ultima generazione permettono texture sensoriali e a rapido assorbimento.

Scordatevi creme pastose, difficili da stendere. Applicare un solare ora è piacevole!

L’anno scorso avevo già fatto un post più ‘tecnico‘, quest’anno invece vorrei mostrare un lato più pratico, per ‘guidarvi all’acquisto‘.

L’ ABC (DI COSA TENER CONTO):

  • IL MIO FOTOTIPO (PELLE DA MOLTO CHIARA A SCURA)
  • LOCALITÀ IN CUI MI RECO (INTENSITÀ DEL SOLE)
  • IL TIPO DI ESPOSIZIONE (BREVE – poche ore – O PROLUNGATA – gran parte della giornata)
  • IL MIO TIPO DI PELLE (GRASSA / SECCA)
  • IL MIO GRADO DI SUDORAZIONE (POCA O MOLTA)

FASCIA DI PROTEZIONE:

  • BASSA (DA 6 A 10)
  • MEDIA (DA 15 A 25)
  • ALTA (DA 30 A 50+)

Il mio caso?

  • Fototipo tra II e III (capelli scuri ma carnagione chiara che si scotta nelle prime esposizioni)
  • Europa (sud Italia o isole Baleari)
  • Esposizione prolungata (ad es. in vacanza: praticamente tutto il giorno per una settimana)
  • Pelle del viso mista, del corpo normale ma non secca
  • Molta sudorazione

Considerando tutti questi aspetti (e avete visto che sono anche bella complicata) per me sceglierò una protezione alta.

Una volta individuata la protezione adeguata, bisogna scegliere il solare secondo la texture.

E’ importante trovare la giusta consistenza sia per chi ha una pelle secca, che tira anche a causa del sale, sia per coloro che hanno una cute più grassa, che soffre il caldo e l’eccessiva sudorazione.

Come ben saprete, in commercio ci sono moltissimi prodotti e può capitare di pensare: e adesso quale scelgo? Ma niente paura, perché noi sapremo anche su quale consistenza orientarci.

le DIFFERENTI texture DELLE PROTEZIONI SOLARI:

  • CREMA (la più comune) per una pelle abbastanza secca
  • LATTE, fluido e a rapido assorbimento
  • EMULSIONE, spesso associata alla parola tocco secco, si assorbe subito e non appiccica
  • SPRAY TRASPARENTE, di nuova generazione: si vaporizza sul corpo
  • OLIO, di solito questa consistenza si trova in prodotti con protezione bassa o inesistente. Personalmente non lo consiglierei sotto il sole.

Dopo aver individuato 2/3 prodotti affini a noi, possiamo seguire altri parametri come una formula più green o senza alcuni ingredienti o, anche, una confezione più pratica e robusta. A noi la scelta!


Eccomi giunta alla fine del post. Spero che sia utile.

Vi lascio altri articoli a tema solari:

I miei top viso e corpo

Protezione viso: Ultrasun

Se volete l’articolo sui doposole, lasciate un Mi piace.

Rispondi