Come scegliere la giusta spa tra tante

Andare alla spa è un lusso che ci vogliamo concedere dopo settimane intense tra lavoro e impegni personali. Chi è incuriosito dalla spa e la prova, non ne fa più a meno: ne sente la necessità.


Volete sapere come mi è venuta l’idea di questo articolo? Dovevo cercare una spa in una provincia diversa dalla mia e la lista era lunga. Mi sono chiesta: quale scegliere? Alla fine ha vinto quella nuova, ben fatta, con piscina e accesso limitato… ecco il riassunto del post!

Di seguito i requisiti che deve avere una buona spa per un’esperienza top!

UN AMBIENTE COMPLETO E NUOVO/RISTRUTTURATO

Andare alla spa ha un costo che va dai 20 (negli alberghi) ai 50€ (per le strutture lussuose) a persona. Dato che li stiamo spendendo, se siamo incerti tra due strutture (una a 25 e l’altra a 30€), io consiglio di scegliere quella più bella, che più ci ispira.

Una spa dovrebbe avere una sauna, un bagno turco, una piscina, una zona relax con lettini e un angolo con acqua e tisane. Ci possono essere anche: biosauna, cascata di ghiaccio, vasca d’acqua fredda, docce emozionali e percorso kneipp.

CON SAUNA E BAGNOTURCO

Oltre a rilassarsi, la spa aiuta ad eliminare le tossine grazie al calore secco della sauna e all’umidità del bagnoturco. Sono un vero toccasana per la nostra pelle ma anche dopo un’influenza.

Una spa che si rispetti, secondo me, deve avere sia la sauna, sia il bagnoturco e, possibilmente, di dimensioni non troppo ridotte.

COn PISCINA O IDROMASSAGGIO

Una seduta spa è completa se è presente una piscina, dotata di zona idromassaggio. Capisco che non sempre è possibile, però la piscina fa la differenza, sia perché si passa meglio il tempo, sia perché la si alterna a sauna, bagno turco e momento relax con tisana e frutta fresca (di solito la mela).

DEVE FARE CALDO

Consiglio sempre di documentarsi su Tripadvisor o, comunque, online per sapere l’esperienza di chi c’è già stato. Se più di una persona dovesse descrivere l’ambiente come ‘poco riscaldato’ è un sentore di allarme, perché alla spa si deve stare proprio bene in costume, non avere freddo.

ENTRATA NON “A ORE”

La spa è un luogo dove rilassare corpo e mente, per questo se una spa propone tariffe diverse in base alle ore non va bene perché, a mio avviso, si discosta dal concetto di spa.

Esempio:

2 ore 17,90€

3 ore 22€

4 ore 25€

Non va bene, non si deve star lì a guardare le ore.

Io cerco sempre di rispettare gli orari (che siano 3 o 4 ore), una volta però sono entrata in ‘ritardo’ e la receptionist mi ha detto ‘Ah, ma siete entrati più tardi, potevate stare ancora, non stiamo mica a guardare i 10/15 minuti, siamo in un luogo rilassante’.

La mia esperienza alle Terme di Merano
Le Terme di Merano si trovano all’interno di una struttura moderna e le piscine sono davvero tante, grandi e molto riscaldate… tranne quella con l’acqua termale.

All’interno delle terme si può stare 3 ore, con il margine di 10 minuti per spogliarsi all’inizio e rivestirsi dopo. Capirsi tra spogliatoi e entrata alle piscine non è nemmeno facile… Noi, purtroppo, abbiamo sforato di 10 minuti circa e ci hanno fatto pagare 5 € a persona (considerando che il biglietto costa 16/17 €).

Questa esperienza non mi è piaciuta, perché c’erano anche tanti bambini urlanti, coppie avvinghiate e i lettini erano sempre occupati (da persone non presenti!). Non consiglio le Terme di Merano a chi cerca la spa, ma le consiglio a chi piace nuotare e fare la sauna (family -con costume- o quella per adulti -senza costume-).

ACCESSO LIMITATO

Tornando a come dovrebbe essere un’ottima spa, se è richiesta la prenotazione è perché fanno entrare un numero limitato di persone, dunque l’ambiente non sarà mai affollato.

Io, personalmente, ci vado durante la settimana, in orari improbabili e se va male trovo altre 8 persone. Da evitare, possibilmente, i weekend e i festivi, se si vuole respirare la vera anima della spa.

 

La mia guida è finita. Per rendere meglio l’idea date un’occhiata alla Bamboo Spa di Montebelluna (TV), in cui vado spesso e che rispecchia pienamente questo articolo.

Io non noleggio mai l’accappatoio, lo porto da casa. L’ho acquistato in cotone (fino) da Decathlon, per saperne di più leggi l’articolo sul kit spa.

Rispondi